ZEOLITE ATTIVATA BIO CAPS

€15,90 €39,80
    Vi presentiamo la Zeolite Attivata in capsule! Un elemento naturale di origine vulcanica che la cui struttura “a setaccio” intrappola le sostane tossiche del nostro tratto gastrointestinale e le espelle. Pronti a sperimentare un benessere mai provato prima? Ve la proponiamo sia in polvere che in comode capsule....
Nr. Capsule :
€15,90

 

 

Vi presentiamo la Zeolite Attivata in capsule! Un elemento naturale di origine vulcanica che la cui struttura “a setaccio” intrappola le sostane tossiche del nostro tratto gastrointestinale e le espelle. Pronti a sperimentare un benessere mai provato prima? Ve la proponiamo sia in polvere che in comode capsule.

 

PROPRIETÀ

 

E’ proprio la struttura della Zeolite a conferirle la sua efficacia nell’eliminare materiale tossico dal nostro intestino: avviene proprio un’azione fisica (e non chimica) dovuta alla sua conformazione in cui i pori e canali di cui è costituita lavorano come un “setaccio” intrappolando le sostanze nocive, per poi espellerle attraverso le feci.

 

Secondo il nuovo nomenclatore europeo GMDN (General Medical Device Nomenclature) la Zeolite Clinoptilolite attivata è definita come sostanza ad uso orale adatta ad assorbire e rimuovere sostanze tossiche e dannose nel tratto gastrointestinale (per esempio metalli pesanti, micotossine, ammonio, pesticidi) riducendone così l’assorbimento da parte dell’organismo. Ha la caratteristica di anti-ossidante, perché cattura i radicali liberi. Perciò la Zeolite coadiuva la prevenzione di tutte quelle condizioni indesiderate quali arteriosclerosi, diabete, cataratta, reumatismi, invecchiamento precoce, patologie neurodegenerative e infiammatorie derivanti dallo stress ossidativo e quindi dai radicali liberi.

 

Inoltre elimina le tossine che potrebbero essere state ingerite, respirate o con cui si può essere entrati in contatto diversamente (tra cui anche l’ammoniaca), scongiurando così una serie di patologie ad esse collegate. Con il fatto che il suo assorbimento a livello intestinale sia scarsissimo e che la sua tossicità è quasi assente, la Zeolite rientra nell’elenco di quelle sostanze che possono essere assunte per prevenire e trattare quelle intossicazioni derivanti da avvelenamento da erbicidi, pesticidi e insetticidi.  

 

Da non dimenticare le funzioni antimicrobiche e battericide della Zeolite su batteri come Staphylococcus Aureus ed Escherichia Coli.

 

Essa ha oltretutto un effetto positivo sulla salute delle ossa perché promuove la proliferazione di un componente necessario alla loro formazione.

 

Va anche fatto un appunto sulle potenziali applicazioni della Zeolite in campo cosmetico e dermatologico. Non è da sottovalutare infatti la sua capacità protettiva nei confronti della foto-degradazione da raggi U.V. e la sua efficacia nella riduzione dei tempi di guarigione di ferite ed incisioni chirurgiche.

 

FORMATI E USI

 

CIBOBENESSERE offre la Zeolite in capsule nelle confezioni da 60, 100 e 200 capsule.

 

È consigliata l’assunzione di due capsule al giorno con un bicchiere d’acqua colmo.

La Zeolite va assunta a distanza di minimo 2 ore dall’assunzione di caffè, tè, alcool, medicinali e preparati a base di vitamina E.

 

Conservare la confezione di Zeolite in un luogo fresco e asciutto.

 

È consigliato di rivolgersi al medico in caso di terapie farmacologiche in atto, in gravidanza e allattamento prima di iniziare l’assunzione di Zeolite.

 

INGREDIENTI E PROVENIENZA

 

Ingredienti: Zeolite Clinoptilolite

 

 

Provenienza: Slovenia

 

METTIAMOCI ALLA PROVA! LO SAPEVI CHE...

 

La parola zeolite deriva dal greco zein “bollire” e da lithos “pietra”, cioè “pietra che bolle” che si riferisce alla liberazione di vapore acqueo quando viene scaldata. Il termine zeolite fu coniato dallo svedese Axel Fredrik Cronstedt nel 1756 quando osservò il fenomeno fisico di cui sopra. 

Le zeoliti sono una classe di minerali di origine vulcanica, con una struttura cristallina e microporosa, caratterizzata da moltissimi volumi vuoti all’interno dei suoi cristalli.

Ci sono più di 100 tipi di zeoliti, di cui 40 sono naturali. Tra di esse troviamo la Eulandite-Clinoptilolite e la Mordenite le quali sono maggiormente impiegate per le proprie proprietà di assorbimento. La prima è la più utilizzata per la sua capacità di “setacciare” in maniera selettiva le sostanze da espellere.

 

Metalli nel corpo? Facciamo un po’ di chiarezza: i metalli sono normalmente presenti nel nostro organismo e sono componenti necessari. I problemi  nascono dagli effetti tossici causati dalla variazione della loro concentrazione all’interno dell’organismo, causando deficit nelle funzioni vitali e a volte intossicazione cronica; si hanno quindi alterazioni di specifici enzimi oppure la formazione di radicali liberi che provocano alterazioni nel normale funzionamento cellulare.

Può succedere di assumere metalli in eccesso tramite cibi e bevande contaminati, aria respirata e contaminata, materiali contaminati che vengono a contatto con la pelle, otturazioni dentali fatte con l’amalgama di mercurio, protesi e impianti chirurgici costituiti da certi metalli.

Essi possono essere espulsi in minima quantità in modo naturale dal corpo, e quindi la Zeolite è un modo perfetto per aiutare il corpo ad occuparsene ed espellerli.

 

Gli studi effettuati sulla zeolite hanno evidenziato la sua capacità di legarsi con sostanze chimiche radioattive. Ad esempio, è stato utilizzato nel 1986 a Chernobyl, dove per costruire il sarcofago per contenere il reattore sono state impiegate 500.000 tonnellate di Clinoptilolite, producendo una drastica diminuzione della radioattività ed in parte per la decontaminazione delle acque. Inoltre fu usata nell’alimentazione animale e umana in modo da ridurre la concentrazione di Cesio.

 

E PER I PIÙ’ “CHIMICI”, ECCO LA COMPOSIZIONE CHIMICA DELLE ZEOLITI

Le zeoliti sono alluminosilicati idrati cristallini, ovvero composti da SiO4  e AlO4 e si associano formando una struttura di canali regolari e pori interconnessi. È la dimensione dei canali e dei pori della sua struttura ad essere fondamentale nell’espletamento delle sue funzioni, essendo questi i componenti del “setaccio”.

All’interno di tale struttura si posizionano H2O e ioni di calcio, magnesio, sodio, potassio, ecc…

È il rapporto tra Alluminio e Silicio a conferire il potere assorbente alla zeolite.

 

Un’altra caratteristica della zeolite è la sua estesissima superficie interna che può raggiungere i 300-700 m2/g.

 

 

Disclaimer: tutte le informazioni fornite su www.cibobenessere.com sono di natura generale e hanno il solo scopo divulgativo. Non possono sostituire in alcun modo il parere di un medico. Tutte le nozioni su posologie e/o descrizioni dei prodotti proposti, non garantiscono risultati, ma hanno unicamente un fine illustrativo e non devono surrogare in nessun caso il consiglio medico. Queste hanno solo intento esplicativo in quanto i risultati variano a seconda dei singoli casi.

 

 

Bibliografia:

 

https://www.ambrosinaturalmedicine.com/wp-content/ebooks/22.Zeolite.Tesi.M.Faicchia.2011.pdf

Fedele Manna, Nuove frontiere nella rigenerazione dell’omeostasi dell’organismo; Medicina Naturale - novembre 2008, pp. 78-83

Fedele Manna, Nuove frontiere nella rigenerazione dell’omeostasi dell’organismo; Medicina Naturale - novembre 2008, p. 80

Disclaimer: Tutte le informazioni fornite su www.cibobenessere.com sono di natura generale e hanno il solo scopo divulgativo. Non possono sostituire in alcun caso il parere di un medico. Tutte le nozioni su posologie e/o descrizioni dei prodotti proposti, non garantiscono risultati, ma, hanno unicamente un fine illustrativo e non devono surrogare in nessun caso il consiglio medico. Queste, hanno il solo intento esplicativo in quanto i risultati variano secondo i singoli casi.

[time] minutes ago, from [location]
The cookie settings on this website are set to 'allow all cookies' to give you the very best experience. Please click Accept Cookies to continue to use the site.
You have successfully subscribed!
This email has been registered